L’Acqua dell’Angelo: la freschezza delle piante angeliche

Scritto da: Maria alina Mihai In: Olfattiva Su: mercoledì, novembre 16, 2016 Commento: 0 Colpire: 565

L’Acqua dell’Angelo è una sinergia che dona energia e protezione. Il suo profumo è un volo di agrumi –Litsea, Bergamotto, Limone, Mandarino– che contiene in sé il respiro fresco di Incenso, Mirto ed Eucalipto. Una composizione di oli essenziali che armonizza mente e cuore, destando la forza nascosta e il desiderio di purezza.

Questa acqua di profumo nasce da piante che nella tradizione popolare sono dai tempi associate alla purezza degli Angeli.
La nostra è stata una ricerca storica che andava alle origini della tradizione fitoterapica, alla scoperta di quelle piante che, a partire dal 1400 (con l’acqua mirabilis), erano legate negli usi popolari alle figure angeliche e che si rivelarono essere tutte piante depurative.

Mirto
Dal Mirto si ricavava l’acqua mirabilis o “l’acqua degli Angeli”, che era utilizzata in antichità dalle dame per migliorare la carnagione del viso con un’azione tonificante e rinfrescante. E’ considerata la pianta della purezza, e, in particolare, della purezza angelica.

Bergamotto
L’olio essenziale, estratto dalla buccia del frutto, ha un profumo fresco e avvolgente, quasi fiorito. Solleva lo stato d’animo, distende la mente, acuisce i sensi e induce la clama interiore. La sua azione rigenerante infonde gioia, lenisce i dolori affettivi. Si dice che sia il profumo del Paradiso, Citrus Paradisi è infatti il suo nome botanico.

Litsea
L’olio essenziale, che si ricava in corrente di vapore dalle piccole bacche, ha un profumo citrico intenso e fruttato che si addice a chiunque desideri chiarezza mentale ed energia. La pianta si presenta come un albero sempreverde e viene coltivata in Cina, Indocina, in India, Sri Lanka e Vietnam, dove nella tradizione popolare si dice che crei un legame con gli angeli e viene chiamata mai chang (richiamo dell’angelo). Il motivo di questa leggenda è facilmente deducibile: la Litsea è un sedativo, equilibrante neurovegetativo, antidepressivo e ansiolitico naturale. Aiuta a combattere le paure, le fobie, l’insonnia ed il nervosismo, creando un’armonia interna ed esterna a sé. Perfetto per un risveglio pieno di luce e per una doccia rinvigorente, è molto adatto ad essere diffuso negli ambienti di studio e lavoro, dove aiuta a contrastare la stanchezza e ad acuire la concentrazione.

Mandarino
Estratto dalla scorza del frutto, l’olio essenziale ha una dolcezza che porta un messaggio di semplice giocosità, risvegliando il bambino che è in noi e sostenendolo. La sua azione sulla sfera psicoemotiva induce a una maggiore sincerità verso se stessi. Nelle sue vibrazioni più alte è associato all’energia del Bambino Gesù.

Limone
Il suo profumo fresco, dalle proprietà depurative, calma e rinfresca la mente, aumenta la lucidità e la concentrazione, allevia le paure. Lo associamo alla purezza e alla protezione. Il Limone è un omaggio alla luce solare, che ci riporta in tutto il suo splendore, donando equilibrio e armonia.

Incenso
Il suo nome viene dal latino incendere, ossia bruciare, risplendere: è sempre stato associato al fuoco della divinità. Salato, ricco e speziato, l’olio essenziale viene estratto dalla resina dell’arbusto che cresce nella regione del Mar Rosso. Il suo profumo, soave e aromatico, favorisce il contatto con la propria spiritualità e gli aspetti più sottili dell’esistenza. Predispone alla calma e alla meditazione, stimolando le facoltà psichiche superiori. Da sempre legato alla sacralità, nell’atto di preghiera crea un tramite tra l’essere umano ed il Divino.

Eucalipto
Il colore che lo rappresenta è l’azzurro, uno dei colori di San Michele. Il suo profumo balsamico aiuta la respirazione e “apre il torace”, dissipando le malinconie stagnanti. Ravviva lo spirito e contribuisce a creare un maggior senso di libertà. Allo stesso modo in cui purifica l’aria e contrasta la diffusione di malattie, ci offre la sua protezione ripulendo energeticamente i luoghi che abitiamo.

Come utilizzare l’Acqua dell’Angelo?
L’Acqua dell’Angelo è, oltre che un’acqua di profumo, un prodotto di aromaterapia, che contiene al suo interno oli essenziali puri. La completa naturalità la rende un’alleata estremamente versatile:

  • - Indossala, porta con te il profumo fresco e l’energia sottile delle piante angeliche;
  • - cospargi lenzuola e cuscini perché gli oli ti accompagnino nel riposo;
  • - profuma i tuoi abiti e la biancheria;
  • - la mattina crea una nuvola attorno a te per prepararti ad affrontare la giornata;
  • - respirala a polmoni aperti nebulizzandola nel vapore caldo della doccia;
  • - rendi più piacevoli i viaggi in automobile e più profumata la tua macchina;
  • - disinfetta gli armadi, i sogni nel cassetto, le valigie;
  • - usala su tende, cuscini e divani per coccolarti;
  • - ripulisci energeticamente un ambiente nuovo, una camera d’albergo, un luogo di studio o lavoro;
  • - predisponiti alla meditazione, allo sport e alle attività che ami creando un clima adatto.
San Michele
La ricerca storica che ha dato vita all’Acqua dell’Angelo ci fu commissionata da un comune romagnolo il cui santo patrono è San Michele Arcangelo, una figura molto sentita in tutta l’area mediterranea. Da allora è iniziato per noi un lungo studio attorno a questa figura: San Michele è il protettore dei laboratori, della creatività e della tecnologia. Un Angelo raffigurato con una spada, a protezione dell’uomo. Nelle antiche tradizioni paleocristiane San Michele veniva associato all’elemento fuoco, presente proprio nei frutti e nelle bacche, che abbiamo poi inserito nell’Acqua dell’Angelo.

Related by Tags

    Commenti

    Lascia il tuo commento

    Top brands